Comune di Ne - portale istituzionale

Visitare

Il territorio del Comune di Ne si sviluppa nelle Valli Graveglia e Garibaldo, dove potrete trovare innumerevoli luoghi da visitare, intrisi di storia… umana, ma anche geologica!

La superficie “esposta” del territorio si è formata quando i dinosauri regnavano sulla Terra ed era il fondale di un oceano ormai scomparso.

Le particolarità geologiche attirarono da subito l’attività umana, infatti risulta che già l’Uomo preistorico si servì della selce di alcune cave, per produrre punte di frecce e altri utensili.

Resti romani sono emersi da scavi archeologici nella frazione di Statale.

Durante il Medioevo e il Rinascimento il territorio di Ne è stato, da una parte, oggetto di conquista, conteso per il controllo degli accessi ai territori del nord (Parma e Piacenza), dall’altra parte, oggetto di attività della Chiesa e di monaci, impeganti a migliorare le condizioni di vita delle popolazioni locali.

Più volte preda delle incursioni saracene, il territorio si è lentamente stabilizzato e sviluppato, anche se sino quasi alla fine del 1800 è stato territorio di emigrazione: il caso emblematico e quello degli avi di Giuseppe Garibaldi, il cui nonno Angelo nacque in Val Garibaldo nel 1741.

Le miniere di manganese hanno apportato cambiamenti radicali nella condizione economica e di sviluppo. A tutt’oggi tutto il territorio è costellato da insediamenti di archeologia industriale, molti dei quali visitabili.

Pagine collegate

Ultima modifica: 20 Agosto 2019 alle 10:30
torna all'inizio del contenuto