Comune di Ne - portale istituzionale

Cambio di Residenza

Cosa

L’Ufficio Anagrafe riceve le dichiarazioni di cambio di residenza da parte dei cittadini (sia italiani che stranieri) che abbiano trasferito la residenza nel Comune. Il cittadino è tenuto a richiedere il cambio di residenza entro 20 giorni dall’effettivo trasferimento.

Chi

Chiunque (cittadino sia italiano che straniero) abbia variato la sua residenza, trasferendosi da altro indirizzo all’interno dello stesso comune, da altro Comune italiano o dall’estero.

Come

I cittadini possono presentare le dichiarazioni anagrafiche al Comune di Ne utilizzando uno dei seguenti 2 moduli:

  1. il primo è dedicato alle persone fisiche che rendono dichiarazione in abitazione privata (Modulo 1);
  2. il secondo è riservato ai responsabili delle convivenze (case di cura e/o riposo) che rendono dichiarazione di residenza per conto degli ospiti che si inseriscono in struttura (Modulo 2).

Tali dichiarazioni potranno essere inoltrate all’Ufficio Anagrafe del Comune di Ne attraverso:

  • mezzo postale con Raccomandata all’indirizzo:

COMUNE DI NE
Uff. Anagrafe
Piazza dei Mosto, 2
16040 Ne (GE)

Quest’ultima possibilità è consentita ad una delle seguenti condizioni:

  1. che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
  2. che l’autore sia identificato dal sistema informatico con l’uso della Carta d’identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l’individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
  3. che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
  4. che la copia della dichiarazione recante firma autografa e copia del documento d’identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.

Attenzione: In caso di dichiarazioni mendaci il dichiarante sarà denunciato alle competenti autorità, per le responsabilità penali, ai sensi degli articoli 75 e 76 del D.P.R. 445/2000.

Norme

Normativa anagrafica di cui alla legge 24 dicembre 1954, legge n. 1228 e al D.P.R 30 maggio 1989, n. 223 così come modificato dal decreto legge n. 5 del 9 febbraio 2012 convertito nella legge n. 35 del 4 aprile 2012.
Art. 5 D.L. 28.3.2014 N.47, convertito in legge 23.5.2014 n.80.

Ultima modifica: 30 Luglio 2019 alle 16:20
torna all'inizio del contenuto